Diversità…bellezza

Un racconto lungo, un romanzo breve. Un viaggio alla riscoperta del valore dell’esistenza attraverso le sensazioni di chi guarda il mondo per la prima volta e di chi lo riconosce dovendo soffermarsi a descriverlo. Un cammino, segnato da odori e suoni, lungo il quale la paura viene vinta da due mani che si stringono. Un bambino non vedente protagonista di una storia fatta di silenzi e attimi condivisi con Giuseppe, un ragazzo come tanti, distratto da una realtà illusoria e frenetica, che, grazie alla lentezza della riflessione, restituisce significato all’insignificante. A conclusione del progetto “Diversità…bellezza” abbiamo incontrato, nel nostro Auditorium dedicato a Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, Erika Magistro, scrittrice, accompagnata da Delia Sambataro, illustratrice del romanzo “Il bambino con gli occhi chiusi”, e l’editore Alfio Grasso che ha creduto e pubblicato il libro. Abbiamo conosciuto Erika qualche mese prima quando ha scelto di leggere personalmente il suo libro ai ragazzi facendo provare l’esperienza sensoriale di una lettura “al buio”, proprio ad occhi chiusi. I ragazzi hanno capito quanto sia difficile percepire soltanto i suoni senza possibilità alcuna di vedere. Sorpresi dalla forte e coinvolgente esperienza tutti gli alunni hanno dimostrato grande sensibilità attraverso la formulazione delle domande alle quali scrittrice,illustratrice ed editore hanno risposto concordando tutti sulla capacità dei ragazzi di aver capito esattamente il messaggio del romanzo. Tanta la curiosità per comprendere come si illustra un libro e i passaggi che un romanzo deve compiere prima di essere pubblicato.
A conclusione della giornata il dirigente, Prof.ssa Pettinato ha ringraziato i ragazzi, docenti e i professionisti che hanno permesso la riuscita del progetto